Il Gruppo Bonfiglioli punta sulla qualità partendo dai processi aziendali e ottiene in tempi ristrettissimi l’aggiornamento della certificazione  ISO 9001:2015
< indietro

Il Gruppo Bonfiglioli punta sulla qualità partendo dai processi aziendali e ottiene in tempi ristrettissimi l’aggiornamento della certificazione ISO 9001:2015

Il Gruppo Bonfiglioli punta sulla qualità partendo dai processi aziendali e dimostra la sua naturale attitudine verso l’eccellenza ottenendo in tempi ristrettissimi l’aggiornamento della certificazione ISO 9001.

Dopo l’uscita della nuova norma avvenuta a fine 2015, per le aziende già certificate con la ISO 9001:2008, è stato definito il 2018 come deadline per l’aggiornamento alla nuova norma. Bonfiglioli consapevole dei benefici che si possono avere dall’implementazione della stessa ha anticipato al 2017 tale aggiornamento, motivo di particolare orgoglio per Bonfiglioli visto che solo il 7% delle aziende certificate ISO 9001 dall’ente ha fatto ad oggi il passaggio alla nuova release della norma. Non solo l’aggiornamento della norma è stato ottenuto in anticipo rispetto alla scadenza, ma si è anche lavorato per allargare il perimetro di applicazione. Il nuovo standard ISO 9001:2015 è stato infatti adottato a livello Worldwide in un’unica soluzione, coinvolgendo quindi la totalità dei siti Bonfiglioli (Headquarters, 14 plants e 21 filiali) e inserendo nel certificato di Gruppo 2 nuovi plant: BTPL (India) e O&K (Germania). Tale attività ripagherà il notevole sforzo iniziale, poiché garantirà una gestione comune dei processi e delle relative best practicies.

Fondamentale per Bonfiglioli è la metodologia definita per rendersi conforme ai nuovi requisiti della 9001:2015 che è stata apprezzata più volte dal team di auditors del TUV in tutte le sedi auditate e che prende in considerazione le seguenti analisi:

  • analisi del contesto aziendale interno ed esterno: la reale conoscenza dei “driver” decisionali permette di indirizzare meglio la definizione di progetti ed aree di sviluppo, considerando meglio i fattori che li governano a livello Economico, Sociale, Geografico, Politico e tecnologico.
  • analisi dei processi interni alle funzioni: la mappatura interna dei processi aziendali sotto lente critica permette di analizzarne i contenuti, gli strumenti adottati ed il loro efficiente utilizzo nonché correlazione con altri processi di diverse funzioni.
  • analisi dei rischi e delle opportunità: l’analisi permette di ricercare e prevenire l’insorgere di problematiche o di adottare preventivamente soluzioni migliorative; le tecniche adottate precedentemente in ambito produttivo e progettuale sono state estese per la prima volta anche alle funzioni gestionali interne.

Durante l’ultimo iter di certificazione Bonfiglioli ha evidenziato come questi strumenti e metodi abbiano aumentato la consapevolezza aziendale sui temi della qualità e della comprensione dei processi aziendali. Il tutto dimostrato dalle interviste dirette al personale e dalla sensibile riduzione progressiva del numero di rilievi (Osservazioni) rilasciati dall’ente certificatore nell’arco degli ultimi anni (-47% rispetto al 2016 e -77% rispetto a 2015). Questo testimonia quanto il Gruppo creda che il miglioramento delle soluzioni offerte ai propri clienti parta dal miglioramento dell’esercizio quotidiano delle attività e delle varie funzioni interne all’azienda, e quanto stia investendo in tal senso.